Blog-winfatt-autofattura-che-cosa-è-e-come-realizzarla-con-winfatt
Fatturazione elettronica
Stefania Spoltore
23/09/2019

Autofattura: che cos'è e come realizzarla con Winfatt


Abbiamo accesso a tanti e diversi tipi di documenti fiscali, il più emesso e conosciuto è senza dubbio la classica fattura. Dal 1° Gennaio 2019 la fattura è diventata digitale e tutte le imprese commerciali si sono dovuti adattare alla fatturazione elettronica.

In questo articolo parleremo di un’altra tipologia di fattura, chiamata “autofattura” che, a differenza della precedente, viene emessa dal cliente e non dal fornitore.

L’autofattura è un documento fiscale emesso dal cliente per l'acquisizione di beni o prestazioni di servizi.
Vedremo in questo articolo come si realizza un’autofattura, in quali casi bisogna emetterla e come realizzare una fattura conto terzi (autofattura per il settore agricolo) con Winfatt.

Come si realizza un’autofattura?


L’autofattura deve essere redatta seguendo un unico modello, secondo quanto disposto dall’art.21, comma 5, DPR n. 633/72.
Per avere una valenza fiscale, l’autofattura deve contenere:

  • Iva, se si tratta di un’operazione imponibile;
  • Del titolo di esenzione o non imponibilità, se si tratta di un’operazione esente da imposta.


Per avere una valenza, sul documento deve essere riportata la seguente dicitura: “autofatturazione” di cui all’articolo 21, comma 6-ter del DPR n 633/72”
 

In quali casi bisogna fare l'Autofattura?


L’autofattura deve essere emessa quando:

si effettuano operazioni reverse charge, ovvero:
- Quando viene acquistato un bene o effettuata una prestazione in Italia ed il fornitore non è residente in Italia.
- Quando si effettuano vendite di beni o prestazioni di servizi definiti da una specifica normativa, come ad esempio se si effettuano servizi in ambito edile, pulizia edifici o installazione di impianti.
- Quando si regalano omaggi al cliente: in questo caso si effettua un’autofattura per l’importo del prodotto in omaggio + IVA;
- Se i prodotti vengono utilizzati dall’impresa per autoconsumo;
-  Quando si è imprenditori agricoli esonerati da IVA e si acquista prodotti agricoli;
- Quando si acquistano prodotti o servizi e il fornitore non ha emesso fattura entro i termini di legge. In questo caso entro i quattro mesi dall’effettuazione dell’acquisto bisogna emettere un’autofattura.
 

Come emettere l'autofattura elettronica

 
L’emissione dell’autofattura elettronica viene effettuata seguendo due criteri differenti:

Si emette l’autofattura indicando il codice di tipo documento TD01 quando si effettuano le autofatture per reverse charge, omaggi, autoconsumo e per l’acquisto di prodotti e servizi da agricoltori esonerati IVA.


Si emette l’autofattura indicando il codice di tipo documento TD20 se si acquista un prodotto o una prestazione di servizio e il fornitore non ha emesso la fattura entro i 4 mesi previsti dalla legge. Questo codice identifica la mancata emissione della fattura da parte del fornitore.


Scopri perchè Winfatt è il software perfetto per i liberi professionisti




Come funziona un’autofattura per gli acquisti da parte di un'impresa agricola?


L’articolo 34 del DPR 633/72 disciplina per i piccoli imprenditori agricoli un particolare regime fiscale, soggetto ad esonero. Questo regime fiscale è per gli imprenditori agricoli con un volume di affari annuo non superiore a 7.000 euro costituito per almeno due terzi dalla cessione di prodotti agricoli ed esonera l’imprenditore da qualunque adempimento ai fini Iva.
In questo caso, l’imprenditore agricolo deve solo conservare e numerare progressivamente tutte le fatture di acquisto e conservare la copia delle autofatture emesse da parte degli acquirenti.


I clienti devono indicare nell’autofattura l'imponibile e l’imposta relativa, che viene stabilita seguendo le aliquote che corrispondono alle proprie percentuali di compensazione.
L’Iva dovrà essere scorporata dall’importo da pagare all’imprenditore agricolo e tale importo dovrà essere documentato dal documento di trasporto.


Come emettere un’autofattura con Winfatt (Fattura conto terzi)


I piccoli imprenditori possono emettere il documento di autofattura, in modo semplice e veloce, con il software Winfatt.


Gli acquisti effettuati nel settore agricolo, dai produttori agricoli esonerati dall’Iva, possono essere documentati attraverso la fattura per conto terzi (autofattura).


Dopo aver scaricato il software e acquistato la licenza Winfatt, è possibile creare l’apposita tipologia di documento:

  • Crea un nuovo documento inserendo come cliente i dati del fornitore;
  • Esporta il documento in XML;
  • Firmare il file con la propria firma digitale;
  • Inviare il file XML attraverso il sito dell’Agenzia Delle Entrate, dopo aver eseguito il login.


Puoi trovare tutte le informazioni necessarie per l'emissione dell'autofattura sul manuale d’uso online di Winfatt.





Winfatt semplifica la gestione della tua azienda

Scaricalo e provalo gratuitamente per tutto il tempo che vuoi e scopri tutte le sue funzionalità e caratteristiche.