Blog-winfatt-scadenze-fiscali-dicembre-2021
Attualità

Scadenze fiscali dicembre 2021: le date da non perdere


A partire dal 1 dicembre fino alla fine del mese, si assiste ad un calendario ricco di scadenze fiscali molto importanti, come l’acconto delle imposte Irpef/Ires o il pagamento dei bolli sulle fatture elettroniche. 

 

Il Saldo IMU e acconto IVA sono i principali adempimenti del mese, a cui si affiancano gli appuntamenti periodici per i titolari della partita IVA, dal versamento IRPEF fino ai pagamenti dei contributi.  

In questo articolo informativo abbiamo riepilogato le scadenze già avvenute nelle prime due settimane di dicembre e le date da tenere bene in mente prima e dopo le feste natalizie. 




Riepilogo scadenze fiscali fino al 16 dicembre 2021 


I due appuntamenti più importanti, fiscalmente parlando, riguardano l’acconto IVA e il saldo IMU che segnano la chiusura dell’anno per i titolari di partita IVA. La data di scadenza per effettuare il pagamento del saldo IMU è stata il 16 dicembre, mentre per l’acconto dell’IVA è previsto come data termine il 27 dicembre. 


Il 30 novembre ha segnato il termine per il versamento del secondo acconto Irpef/Ires 2021, con il tradizionale meccanismo per il versamento delle imposte sui redditi che prevede l’acconto per l’anno in corso. L’acconto può essere di una o due rate, in base all’importo: se questo è inferiore a 257,52 euro deve essere versato in una rata, se è superiore a tale importo deve essere versato in due rate. Grazie al ravvedimento è possibile effettuare il secondo versamento anche dopo il 30 novembre.

 

Il 30 novembre rappresenta anche l’ultima data utile per presentare il modello Redditi 2021, per il periodo d’imposta 2020. Tuttavia, i contribuenti hanno altri 90 giorni per presentare la dichiarazione, effettuando il versamento di una sanzione minima di 25 euro. 


Infine, come anticipato, entro il 16 dicembre era necessario versare il restante 50% del saldo IMU. Ricordiamo che il primo versamento è stato effettuato in sede di acconto del 16 giugno. 

Scadenze fiscali 2021 di fine anno 

Acconto IVA - Scadenza 27 dicembre 2021


Come di consueto, entro il 27 dicembre è necessario effettuare il versamento dell’acconto IVA che può essere calcolata in 3 modalità differenti:  


  • Utilizzando il metodo storico, attraverso cui l’acconto IVA è pari all’88% dell’IVA versata per il mese o trimestre dell’anno precedente;

  • Utilizzando il metodo previsionale, attraverso cui il calcolo acconto IVA varia in base ad una previsione delle operazioni effettuate nell’ultima parte del 2021 e anche in questo caso bisognerà versare l’88% dell’imposta;

  • Utilizzando il metodo analitico, attraverso cui il calcolo si basa sulle operazioni effettuate entro il 20 dicembre e l’acconto è pari al 100% dell’importo di liquidazione, tenendo conto dell’IVA relativa alle seguenti operazioni. 

 

Intrastat Mensili - Scadenza 27 dicembre

 

Il termine ultimo per l’invio degli elenchi Intrastat è il 27 dicembre, una data importante per gli operatori intracomunitari con obbligo mensile. La scadenza riguarda la trasmissione degli elenchi riepilogativi delle cessioni di beni e delle prestazioni di servizi rese nel mese precedente. 

Domanda fondo perduto perequativo - Scadenza 28 dicembre 2021


Il calendario degli appuntamenti di dicembre si conclude con la scadenza per fare domanda d’accesso al contributo a fondo perduto perequativo, disponibile per imprese e professionisti che hanno subito un calo economico d’esercizio pari al 30% relativo al periodo d’imposta in corso e a quello del 31 dicembre 2019. 

Versamento contributi esclusi dall’esonero INPS - Scadenza 29 dicembre


Il 29 dicembre 2021, infine, è il termine ultimo per il versamento dei contributi INPS non coperti dall’esonero. L’INPS ha inoltre dichiarato che, nel caso di accoglimento della domanda di accesso all’esonero, è possibile visualizzare l’importo all’interno del Cassetto previdenziale. 

Acconti Superbonus 110% - Scadenza 31 dicembre


La fine dell’anno termina con il pagamento degli acconti connessi agli stati di avanzamento dei lavori superbonus 110%, pari al 30% dell’intervento complessivo. 



Winfatt semplifica la gestione della tua azienda

Scaricalo e provalo gratuitamente per tutto il tempo che vuoi e scopri tutte le sue funzionalità e caratteristiche.