Blog-winfatt-comunicazione-esterometro-2020-scadenze-e-come-funziona
Attualità
Stefania Spoltore
10/03/2020

Comunicazione esterometro 2020: scadenze e come funziona


Nuove scadenze per la comunicazione dei dati delle operazioni transfrontaliere: in vigore dal 1°Gennaio, l’ Esterometro 2020 diventa trimestrale.


Dal 2019  l’obbligo di fatturazione elettronica ha escluso dal servizio le fatture emesse e ricevute da e verso soggetti non stabiliti nel territorio italiano.  Tuttavia la loro comunicazione all’AdE (Agenzia delle Entrate) è obbligatoria e deve essere garantita attraverso la comunicazione esterometro 2020 o tramite la fattura elettronica estero.
A differenza delle comunicazioni precedenti (vedi Esterometro 2019), la comunicazione esterometro 2020 ha scadenza trimestrale e la trasmissione dei dati deve essere effettuata entro la fine del mese successivo al trimestre di riferimento.

In questo articolo vedremo nel dettaglio come effettuare la comunicazione dei dati relativi alle operazioni transfrontaliere, quali sono i soggetti obbligati all’emissione esterometro 2020 e quali sono le date di scadenza




Esterometro 2020 scadenze comunicazioni operazioni transfrontaliere


Le prossime scadenze , che riguarda tutti i soggetti titolari di partita IVA che nel primo trimestre hanno emesso o ricevuto fatture estere da o verso operatori non stabiliti nel territorio dello Stato,  sono:

  • 30 aprile 2020 - esterometro gennaio, febbraio, marzo 2020;
  • 31 luglio - esterometro aprile,maggio,giugno 2020;
  • 2 novembre - Esterometro luglio,agosto,settembre 2020;
  • 1 febbraio 2021 - Esterometro ottobre,novembre,dicembre 2020.


Quali dati comunicare


La comunicazione delle operazioni transfrontaliere all’Agenzia delle Entrate deve comprendere i seguenti dati:


  • dati identificativi del cedente/prestatore;
  • dati identificativi del cessionario/committente;
  • data del documento comprovante l’operazione;
  • data di registrazione per i documenti ricevuti ed eventuali note di variazione;
  • numero del documento;
  • base imponibile;
  • aliquota IVA applicata e l’imposta.


Scopri tutte le novità introdotte nel nuovo Decreto Fiscale 2020 per imprese e lavoratori autonomi.

Esterometro 2020 come funziona


La Comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute dall'estero, deve essere trasmessa all'Agenzia delle Entrate tramite formato Xml, compreso di firma digitale del soggetto obbligato e può essere inviata anche tramite delegato. 


La trasmissione dell’esterometro 2020 può essere effettuata anche tramite il servizio “Fatture e Corrispettivi” dell’AdE e, in questo caso, bisogna avere il sigillo elettronico dell’Agenzia delle Entrate.


I campi da compilare in fattura sono:

- nel campo “CodiceDestinatario”: inserire un codice “XXXXXXX”;
- nel campo “identificativo fiscale IVA”: il numero di partita IVA comunitaria (se si tratta di soggetto extra UE il codice da inserire è “OO 99999999999”.
 

Esterometro 2020: quali sono i soggetti obbligati


I soggetti obbligati all'invio della Comunicazione dei dati delle operazioni transfrontaliere sono:

  • operatori IVA per le operazioni di cessione di beni e di prestazione di servizi effettuate verso e da soggetti non stabiliti nel territorio dello Stato.
  • operatori IVA per le operazioni di cessione di beni e di prestazione di servizi ricevute verso e da soggetti non stabiliti nel territorio dello Stato.


La trasmissione dell’esterometro 2020 è obbligatoria esclusivamente per i soggetti titolari di partita IVA residenti e stabiliti in Italia.


Winfatt semplifica la gestione della tua azienda

Scaricalo e provalo gratuitamente per tutto il tempo che vuoi e scopri tutte le sue funzionalità e caratteristiche.