Blog-winfatt-elementi-da-ottimizzare-per-migliorare-il-posizionamento-sui-motori-di-ricerca
Marketing

Elementi da ottimizzare per migliorare il posizionamento sui motori di ricerca


La SEO è considerata un elemento di successo per un’attività online, grazie alle strategie e tecniche che si utilizzano per migliorare il posizionamento sui motori di ricerca.

Salire di posizione su Google non è facile, è una bella sfida che tutte le realtà imprenditoriali sul web cercano di vincere quotidianamente.
Negli articoli precedenti abbiamo già spiegato perché è importante per un’azienda incrementare la propria visibilità sul web e miglioare la brand reputation.
Oggi vedremo quali sono gli elementi da ottimizzare sul proprio sito web, per scalare il ranking dei motori di ricerca.




 

Come incementare il posizionamento sui motori di ricerca



Un sito web che ha come obiettivo salire di posizione su Google, deve dare importanza a tre fasi principali: l’analisi, l’ottimizzazione e il controllo.

L’analisi del sito aiuta a capire quali sono le possibilità di crescita del proprio sito web: quale area bisogna migliorare? Quali keyword eliminare o inserire? Cosa devo ottimizzare?
Grazie a strumenti come Google Analytics, SeoZoom o Google Search Console, è possibile monitorare il sito web e analizzare i dati raccolti da questi tools.

L’analisi di un sito web non si basa esclusivamente sull’ottimizzazione dei testi all’interno del sito, ma si effettua controllando l’intera struttura delle pagine. Poniamo in esempio un e-commerce che vende quadri: ogni pagina deve essere realizzata, organizzata e ottimizzata alla perfezione. I prodotti inseriti all'interno delle pagine devono avere immagini ottimizzate, descrizioni informative che contengono le principali parole chiave e link funzionali.

Cosa ottimizzare per incrementare il posizionamento su Google


Attraverso l’analisi si individuano quali sono le parole chiave (keyword principali) del sito web e quali pagine generano più traffico organico.
Stiliamo un elenco di keyword individuate e iniziamo a lavorarci sopra: per prima cosa bisogna compilare correttamente i meta tags.

Meta tags: descrizioni dei contenuti di una pagina. Sono molto importanti perché facilitano la lettura dei contenuti ai motori di ricerca. I meta tags consistono in delle piccole porzioni di testo, quindi è consigliabile scrivere due righe di testo e inserire al suo interno almeno una keyword principale.

Ottimizzazione dei contenuti testuali: come abbiamo detto anche recentemente, i motori di ricerca individuano e premiano le pagine che hanno contenuti interessanti. Il contenuto (content)è l’elemento principale all’interno delle strategie SEO e deve contenere le principali keywords.
Le parole chiave devono essere inserite con naturalezza all’interno del testo, in caso contrario rischiano di compromettere la leggibilità del testo stesso

Ottimizzazione delle immagini: le immagini inserite all’interno di una pagina web devono avere una descrizione, anch’essa ottimizzata SEO. Software come Wordpress, permettono di ottimizzare le immagini singolarmente, attraverso una pagina dove è possibile inserire il titolo, la descrizione e le keywords di una immagine.
 
Creare una sitemap: i motori di ricerca devono capire la struttura del sito e come sono organizzati i contenuti. Per aiutarli e velocizzare il processo di scansione dell’intero sito, è consigliabile creare una pagina web che elenca la gerarchia di tutte le pagine all’interno del sito web.


Vedi anche quali sono le tecniche che spingono la SEO.

 
La verifica dei risultati ottenuti dopo l’ottimizzazione del sito web, non può essere effettuata ogni giorno, perché bisogna dare il tempo all’algoritmo di Google di analizzare i nuovi parametri e ricollocare il sito all’interno della classifica.
Dopo alcune settimane è già possibile controllare la posizione delle keyword principali inserite all’interno del sito,  ed è possibile analizzarle con strumenti online o semplicemente cercando le keyword su google.
Successivamente è possibile verificare se c’è stato un incremento del traffico organico nelle pagine ottimizzate.

Alla fine di ogni analisi, è possibile già definire un nuovo processo di ottimizzazione del sito, da realizzare con calma e seguendo una strategia SEO che si sviluppa su nuovi obiettivi da raggiungere.
 


Winfatt semplifica la gestione della tua azienda

Scaricalo e provalo gratuitamente per tutto il tempo che vuoi e scopri tutte le sue funzionalità e caratteristiche.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy e cookie policy Ok,acconsento