Blog-winfatt-la-fattura-elettronica-come-funziona
Fatturazione elettronica

La fatturazione elettronica - cos'è e come funziona

In base alla nuova Legge di Bilancio a partire dal 1° Gennaio 2019 tutti gli scambi commerciali tra imprese e professionisti saranno soggetti allo stesso sistema già in vigore per le fatture verso la Pubblica Amministrazione.


L'obiettivo primario della legge è sempre la lotta all'evasione fiscale. Lo strumento principe per questa lotta sarà la fatturazione elettronica tra privati nei rapporti B2B.

L’e-fattura sarà l’unico documento fiscale valido per le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate tra soggetti residenti, stabiliti o identificati nel territorio dello stato Italiano, e per le relative variazioni.


Un cambiamento epocale


Potrebbe sembrare uno sconvolgimento molto complesso da affrontare per un’azienda ma in realtà non è così.

Il nuovo sistema comporterà certo necessari cambiamenti che sembrano ad ora ingestibili solo a causa della confusione sull’argomento.

In qualsiasi caso il conto alla rovescia all'applicazione della norma, che si estenderà gradualmente a vari ambiti, è iniziato.

E' necessario un rapido adeguamento da parte delle imprese e dei privati soprattutto la comprensione dei nuovi meccanismi digitali che dopotutto hanno svariati pregi come quelli di ridurre i costi amministrativi e di razionalizzare i metodi di gestione aziendale. 


Ma facciamo un passo indietro e per maggiore chiarezza partiamo dalle basi.


Cos’è la fattura elettronica?


In generale, con "Fatturazione Elettronica" si definisce il processo digitale che genera e gestisce le fatture nel corso dell'intero ciclo di vita che le caratterizza: dalla generazione, all'emissione/ricezione, fino alla conservazione, a norma, per 10 anni.

E' una fattura non cartacea, emessa e ricevuta in forma elettronica ma equivalente dal punto di vista dei contenuti a quelle tradizionali.

Per essere ritenuta valida dovrà certificare la data di emissione, la provenienza e l'integrità di contenuto.


Uno degli aspetti più innovativi della fatturazione elettronica B2B è che il documento si considera emesso nel momento in cui viene trasmesso al destinatario ovvero messo a disposizione per via elettronica.

Ciò modifica il rapporto stesso tra emittente e destinatario ed introduce l’importanza cruciale della fase elettronica della consegna.


La firma digitale


Una delle garanzie previste dalla norma per verificare la correttezza delle fatture è l’apposizione della firma digitale*. Ogni fattura elettronica deve essere infatti firmata dal professionista o dall’impresa attraverso l’apposizione della firma digitale, che garantisce l’integrità e l’autenticità del file inviato e della marcatura temporale.


La trasmissione delle fatture


Un’ulteriore garanzia di correttezza nell’invio e ricezione delle fatture elettroniche sta nell’utilizzo, previsto dalla norma, del Sistema Nazionale di Interscambio (SdI).

E’ un sistema dell’Agenzia delle Entrate, già in uso per la trasmissione delle fatture elettroniche della PA, utilizzabile ora anche dalle società, imprese e professionisti al fine di garantire la loro autenticità ed integrità.

Il Sistema di Interscambio è una sorta di centro di smistamento delle fatture, che ha il compito di verificare le varie componenti della procedura, trasmettere il documento, comunicare aggiornamenti e notifiche legate al processo di fatturazione e consentire al MEC (Ministero dell’Economia e delle Finanze) il controllo continuo delle finanze pubbliche.


Il formato delle fatture e conservazione


La fattura elettronica deve essere emessa in formato XML, che permette di controllare e demarcare gli elementi mettendo in evidenza le informazioni da verificare a norma di legge.

In base alla norma queste andranno conservate per 10 anni attraverso la conservazione sostitutiva che consiste in un insieme di procedure informatiche regolamentate dalla legge che consentono che consentono di garantire nel tempo l’integrità dei documenti emessi, archiviati e conservati in maniera digitale.

Grazie a queste procedure la fattura digitale ha lo stesso valore legale di quella cartacea ma con notevoli vantaggi di tempo, spazio e minore costo.


Quali sono i vantaggi della fatturazione elettronica


I principali vantaggi della fatturazione elettronica tra privati sono:


> riduzione dell’evasione fiscale annullando così la possibilità di emettere fatture false, la mancata registrazione della fattura da uno dei due soggetti coinvolti o registrazioni fraudolente con importi inferiori rispetto all’effettiva transazione.

> maggiore semplificazione fiscale.

> dati fiscali più completi per predisporre dichiarazioni annuali, certificazioni uniche, modello 770 ecc. per i contribuenti con dati precompilati e già certificati dall’Agenzia delle Entrate



Winfatt ti offre un sistema semplice, chiaro ed intuitivo che ti permette di gestire la fatturazione elettronica in maniera automatica.



Con il sistema di fatturazione Winfatt potrai gestire:

 Fatture elettroniche B2B (tra aziende private)

 Fatture elettroniche PA (verso la pubblica amministrazione)

 Fatture elettroniche B2C (consumatori) a partire dal 1° gennaio 2019

 

Winfatt semplifica la gestione della tua azienda

Scaricalo e provalo gratuitamente per tutto il tempo che vuoi e scopri tutte le sue funzionalità e caratteristiche.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy e cookie policy Ok,acconsento