Blog-winfatt-proroga-scadenze-calendario-fiscale-2021
Attualità

Proroga scadenze calendario fiscale 2021: le novità


Sabato, 13 marzo 2021, il MEF (Ministero dell’Economia e delle Finanze) ha annunciato la proroga delle scadenze inerenti alla Certificazione Unica e alla comunicazione dei dati per la precompilata. Il comunicato stampa pubblicato sul sito introduce anche ulteriori anticipazioni sul prossimo decreto Sostegni, attualmente in corso di redazione. 


Le proroghe più sentite riguardano la trasmissione telematica all’Agenzia delle Entrate, la consegna ai percipienti delle Certificazioni Uniche 2021 e i termini per la conservazione delle fatture elettroniche. La scadenza originaria del 16 marzo è stata prorogata al 31 marzo e alla medesima data è stato rimandato anche l’invio delle informazioni utili per la predisposizione della dichiarazione precompilata, da parte dei soggetti obbligati quali banche, enti previdenziali, amministratori di condominio, università e così via. 


Il decreto Sostegni serve a dare più tempo all’Agenzia delle Entrate per elaborare i dati necessari per la predisposizione delle dichiarazioni precompilate, che sarà a disposizione dei contribuenti il 10 maggio 2021. Il comunicato stampa del Ministero dell’Economia e delle Finanze anticipa anche che ci sarà la proroga di tre mesi il termine per portare a conservazione sostitutiva le fatture elettroniche dell’anno d’imposta 2019.  



Calendario fiscale 2021: ecco cosa cambia


Il nuovo calendario fiscale, già modificato nel corso dei mesi a causa dell’emergenza Coronavirus, resterà in parte immutato nel corso del 2021: mentre in alcuni le scadenze fiscali torneranno ad essere quelle consuete, in altri ancora sono state modificate in base a misure di riforma fiscale già previste.


Le modifiche al calendario fiscale sono le seguenti:


  • 31 marzo - Comunicazioni enti esterni (banche, assicurazioni, enti previdenziali, amministratori di condominio, università, ecc.);

  • 31 marzo - Trasmissione telematica Certificazione Unica all’Agenzia;

  • 31 marzo - Consegna Certificazione Unica ai percipienti;

  • 10 maggio - Messa a disposizione della dichiarazione precompilata.


Certificazione Unica


La scadenza più imminente è relativa alla Certificazione Unica. Le imprese hanno tempo fino al 31 marzo per inviare la Certificazione Unica all’Agenzia delle Entrate. Inizialmente, la scadenza è stata modificata dal dl 124/2019, articolo 16-bis, decreto fiscale collegato alla manovra 2020 in base al quale la scadenza per la consegna della CU al Fisco è anticipata al giorno 16 del mese. 


Stessa data per la consegna della copia della CU al lavoratore, che quindi deve riceverne copia entro il 31 marzo 2021. 


Consultazione delle fatture elettroniche


L’altra grande novità contenuta nel comunicato stampa del 13 marzo riguarda la proroga dei termini per la conservazione delle fatture elettroniche relative al 2019. Lo scopo di questa proroga è quello di dare agli operatori 3 mesi in più per portare in conservazione le fatture elettroniche del 2019. Nel comunicato si legge quanto segue: “La proroga in via di definizione tiene conto del fatto che l’adempimento in oggetto costituisce una novità nel panorama delle scadenze tributarie, in quanto l’obbligo di fatturazione elettronica nelle operazioni tra privati è stato introdotto a decorrere dalle operazioni effettuate il 1° gennaio 2019, per cui è la prima volta che occorre procedere alla conservazione sostitutiva delle fatture elettroniche emesse e ricevute nel periodo d’imposta.”


Per scoprire tutte le anticipazioni del prossimo decreto Sostegni inserite nel Comunicato Stampa del MEF clicca qui.


Winfatt semplifica la gestione della tua azienda

Scaricalo e provalo gratuitamente per tutto il tempo che vuoi e scopri tutte le sue funzionalità e caratteristiche.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy e cookie policy Ok,acconsento