Blog-winfatt-spid-id-presto-servira-anche-a-te
Attualità

Identità SPID, presto servirà anche a te


Lo Spid ID di cui sentiamo tanto parlare è una nuova identità digitale che ci accredita sul web per accedere a svariati servizi come la prenotazione di visite mediche, l'invio di un’istanza edilizia, effettuare un’iscrizione o verificare la propria posizione INPS o l’INAIL.


L’identità Spid è destinata a rimpiazzare tutte le altre identità digitali in nostro possesso semplificando lo svolgimento di molte attività quotidiane e facendoci evitare code ed attese.


Ciò varrà non solo negli uffici pubblici ma anche in aziende private come gli istituti bancari.


                



Cosa significa SPID?


SPID è un acronimo che sta per Sistema Pubblico di Identità Digitale altro non è che un sistema di autenticazione tramite uno user ed una password rilasciate da una delle entità accreditate presso l’AGID (Agenzia per l’italia Digitale).


Potrebbe non apparire come una gran cosa ma in realtà è la più grande scommessa di semplificazione della Pubblica Amministrazione degli ultimi anni.


L’idea è quella di fornire ai cittadini un’identità digitale che possa essere utilizzata per usufruire di molti servizi.


Presto, infatti, lo Spid sarà un identificativo indispensabile per accedere a numerose prestazioni pubbliche come oggi la carta dei servizi col codice fiscale.


Ultimamente poi se ne è sentito parlare ancora di più in relazione alla sua funzione di firma e autenticazione nella fatturazione elettronica tra privati.



A cosa può servire?


In base a quanto riportato sul sito dell’ Agid (Agenzia Italiana Per il Digitale), che li elenca tutti, è possibile utilizzare l’identità Spid per diversi servizi:


- Inps (dal riscatto della laurea alla richiesta degli assegni), Inail

- Agenzia delle Entrate;

- Camere di commerci

- Regioni, per il pagamento di tributi, multe e ticket - Comuni, per il pagamento per la presentazione di pratiche al portale SUAP

- Fatture elettroniche.


Al momento la sua acquisizione non risulta ancora obbligatoria ma presto la situazione cambierà in vista dell’applicazione del Codice dell’Amministrazione Digitale che delinea SPID come l’unico modo per accedere ai servizi online delle pubbliche amministrazioni.



Come ottenerlo


Per ottenere lo SPID è necessario farne richiesta ad una delle entità accreditate, che oggi ammontano a 9, e che sono elencate sul sito Agid.


Sullo stesso sito sono indicate le procedure per inoltrare la richiesta.

L’erogazione delle credenziali SPID può essere gratuita o a pagamento in base all' identity provider o alla modalità di riconoscimento scelta.


I soggetti accreditati procedono al riconoscimento del richiedente a vista (ragion per cui è necessario recarsi in un ufficio), a vista da remoto (nel caso di utilizzo di webcam come mezzo di riconoscimento), tramite documenti digitali di identità (CNS e CIE) o tramite firma digitale.



Gli enti ad oggi accreditati sono:


Aruba: permette l’identificazione di persona presso uno degli uffici abilitati, previo appuntamento. In alternativa attraverso l’uso di pc o dispositivo mobile con webcam, carta Identità elettronica, carta nazionale dei servizi o firma digitale.


Infocert: la procedura è online ma richiede di recarsi fisicamente presso uno degli uffici Infocert presenti sul territorio nazionale per concludere la registrazione ed ottenere le credenziali. E’ possibile anche eseguire la procedura totalmente online, ma è necessaria una webcam connessa al computer, anche se tale modalità è a pagamento.


Intesa: permette l'identificazione a Torino presso gli uffici centrali o via webcam con l'assistenza di un operatore. può avvenire in alternativa con firma digitale, CIE, CNS in possesso di lettore smart card. Servizio a pagamento. 


Lepida: l'identificazione può avvenire di persona, gratuitamente,  presso uno degli sportelli sul territorio o via webcam con l’assistenza di un operatore.  Anche via CIE, CNS o firma digitale.


Namirial: è possibile prendere un appuntamento presso la sede di Senigallia (AN) per l’identificazione con operatore oppure da pc tramite CIE, CNS o una firma digitale con lettore smart card da collegare al tuo computer.


Poste: la procedura si avvia on line compilando un form e prosegue necessariamente fissando un appuntamento presso un ufficio postale per farsi identificare da un operatore e successivamente ricevere le credenziali. In questo caso a procedura è completamente gratuita. In  alternativa  è possibile richiedere, al costo di 14,50€, il servizio di identificazione a domicilio effettuato da un portalettere. Infine è possibile effettuare la procedura completamente on line attraverso Bancoposta, CIE, CNS o firma.


Sielte: è possibile richiedere le credenziali completamente online (con webcam, CIE, CNS o firma digitale) o recarsi in uno dei loro uffici per la conclusione della procedura e il ritiro delle credenziali.


Spiditalia / Register: permette l’identificazione via webcam seguendo le istruzioni di SpidItalia Register.it. Il servizio è a pagamento. Tramite CIE, CNS o firma digitale.


TIM: l’identificazione di persona avviene presso presso gli uffici TIM di Pomezia (Roma) con appuntamento o tramite webcam con l’assistenza di un operatore. Il servizio è a pagamento.



Quali i requisiti e documenti per avviare la procedura:


  • Il compimento del diciottesimo anno di età
  • Un documento di identità valido (carta di identità o passaporto)
  • La tessera sanitaria
  • Essere in possesso di un indirizzo email
  • Essere utilizzatore di un numero di cellulare (è possibile non essere l’intestatario del contratto telefonico, ma è necessario esser il normale utilizzatore di quella numerazione)



                         


Un aspetto interessante, i 3 livelli di sicurezza


Infine un aspetto interessante dello SPID è il suo triplo livello di profondità che corrisponde ad un diverso livello di sicurezza  del servizio.


Il primo livello consente all’utente di autenticarsi con una user-id e una password e viene usato per le semplici registrazioni a portali o servizi.


Il secondo livello, dove i provider mettono in campo loro soluzioni particolari, viene utilizzato per quei servizi che contengono documentazioni con dati sensibili o di valore che in generale richiedono standard di sicurezza più elevati.  A tale scopo vengono utilizzati ulteriori accorgimenti quali codici temporanei, ad esempio un sms con un codice da utilizzare una volta sola oppure una password a tempo.


Per il terzo livello, oltre a username e password, è richiesto un supporto fisico (tipo smartcard) perché l’identificazione avvenga.l’utente avrà bisogno anche di un dispositivo di accesso (come una smart card).


Si tratta quindi di un ulteriore passo verso la costruzione della nostra identità digitale che permetterà a tutti noi di avere accesso ad un'infinità di dati e la disponibilità di numerosi servizi in tempo reale.

Winfatt semplifica la gestione della tua azienda

Scaricalo e provalo gratuitamente per tutto il tempo che vuoi e scopri tutte le sue funzionalità e caratteristiche.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy e cookie policy Ok,acconsento