Blog-winfatt-legge-di-bilancio-2020-cosa-prevede
Attualità
Stefania Spoltore
14/11/2019

Legge di Bilancio 2020: cosa prevede?


Martedì 15 ottobre 2019, il testo della Legge di Bilancio 2020, il Decreto Fiscale e il Documento Programmatico di Bilancio, hanno visto la luce. Come riferito nell'articolo precedente, nel DPB (Documento Programmatico di Bilancio), sono stati inseriti i punti fondamentali finanziari e il documento è stato inviato alla Commissione Europea.


Dal 15 ottobre, fino ad oggi, il governo ha introdotto ulteriori novità all’interno della Legge di Bilancio 2020: le novità introdotte riguardano, in particolare, gli anni di reclusione per gli evasori fiscali, la penale per le attività commerciali e i soggetti che non accettano i pagamenti tramite carta di credito e/o altre modalità di pagamento elettronico e il reinvio del tetto al contante.
Sergio Mattarella ha firmato il disegno della manovra e ha autorizzato ufficialmente la presentazione della Legge di Bilancio alle Camere.




Legge di Bilancio 2020: cosa prevede?


Tra gli argomenti più discussi, Quota 100 e il taglio del cuneo fiscale, erano tra i primi in classifica insieme al deficit/PIL fissato al 2,2% (percentuale che, secondo le previsioni, scenderà al 1,8% entro il 2021), e al congelamento dell’Iva.
Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, il 19 settembre ha messo in luce quali sono gli obiettivi principali dell’esecutivo, inseriti nel nuovo testo della manovra finanziaria:

  • Riduzione della pressione fiscale
  • Taglio delle tasse sul lavoro
  • Green investment
  • Imprese e Mezzogiorno
  • Maggiore tutela sulla sicurezza sul lavoro


Le voci sull’aumento dell’Iva hanno preoccupato molto gli Italiani e le imprese, ma il nuovo esecutivo ha scongiurato il peggio, trovando i 23 miliardi necessari a congelare gli eventuali incrementi Iva.


Taglio del cuneo fiscale


Il
taglio del cuneo fiscale è stato introdotto sin da subito dal nuovo governo, che cercherà di abbassare il costo del lavoro, riducendo il peso delle trattenute fiscali e contributive in busta paga. Nella manovra 2020 è stato specificato, però, che i tre miliardi previsti per il taglio del cuneo fiscale, sono destinati solo ai lavoratori e non alle imprese.


I dipendenti che rientrano al di sotto di un determinato limite di reddito, avranno diritto al bonus che, secondo le voci, sarà di circa 240 euro per dipendente.


L’introduzione del cashback


Continua la
lotta all’evasione del governo, che ha ridotto il tetto ai contanti e vuole introdurre agevolazioni sulle operazioni effettuate con bancomat e carte di credito. Con questa introduzione, si vuole favorire i cittadini propensi ad utilizzare i metodi di pagamento tracciabili.
E’ stata proposto l’introduzione del cashback, ovvero la possibilità di ridurre l’Iva sulle operazioni effettuate con le carte di credito o bancomat.
Inoltre, per limitare l’evasione fiscale, tutti i commercianti o attività commerciali che non accettano i pagamenti elettronici, possono incorrere a multe che vanno dai 30€ ai 2.000€.


L’abbassamento del tetto al contante e le multe, sono state rinviate a luglio 2020, ma, l’esecutivo ha comunque inserito nella manovra 2020, la condanna da 4 ad 8 anni di carcere per tutti gli evasori che superano i 100.000 euro.


Pensioni Quota 100


Resterà valida Quota 100 fino al
31 dicembre 2021, con il prepensionamento a 62 anni e 28 di contributi, senza ulteriori modifiche.


Vedi anche quali sono le normative che entreranno in vigore dal 1° Gennaio 2020.


Misure di sostegno sociale e in tema di lavoro


Tra le novità della Legge di Bilancio 2020 si pensa anche all’introduzione:

  • della legge sulla parità di genere nelle retribuzioni;
  • la revisione della disciplina sui congedi parentali;
  • la revisione delle regole dello smart working;
  • dell’introduzione di forme di sostegno alla natalità;
  • la proroga delle misure Opzione Donna e Ape Social;

 
Sono inoltre state confermate l’esenzione dal canone RAI per gli anziani a basso reddito e le agevolazioni per le famiglie.


Green New Deal


Tra i temi di forte interesse troviamo il
Green New Deal: il premier Conte è pronto a chiedere alle industrie e all’intera produzione nazionale una sorta di “patto verde”. Sono previsti, per il prossimo anno, nuovi fondi di finanziamento statale e territoriale finalizzati alla realizzazione di investimenti sostenibili.
E’ stata introdotta nella Legge di Bilancio 2020 la Plastic Tax, che dovrebbe attivarsi da Luglio 2020, garantendo allo Stato una nuova entrata di 1,1 miliardi.


Imprese e Mezzogiorno


Nel testo della nuova
manovra finanziaria 2020, è previsto lo stanziamento di nuove risorse finalizzate ad incentivare il programma Industria 4.0, le infrastrutture sociali e gli investimenti per il risparmio energetico, in particolar modo nelle regioni del Sud.
Sono previste anche delle nuove misure per incrementare gli investimenti delle imprese.


Negli ultimi giorni ci sono molte voci, ancora da confermare, sulla presunta tassa sulle auto aziendali.


Bonus Facciate


Per investire sui centri urbani, il nuovo Esecutivo ha introdotto il
Bonus Facciate, volto alla ricostruzione esterna degli edifici e per la riqualificazione dei centri urbani.
Sono state prorogate anche le detrazioni esistenti edilizie, in particolare quelle finalizzate alla riqualificazione energetica, agli impianti di micro-cogenerazione e all’acquisto di elettrodomestici con una classe energetica superiore.


Continua a seguire il Blog Winfatt per scoprire tutte le novità sulla Manovra 2020

Winfatt semplifica la gestione della tua azienda

Scaricalo e provalo gratuitamente per tutto il tempo che vuoi e scopri tutte le sue funzionalità e caratteristiche.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy e cookie policy Ok,acconsento